OnRainyDays_edited.jpg
  • fedecaglioni

[Recensione] “Intrigo delizioso” di Tara Sivec

Buongiorno e buona festa dell’Immacolata!

Proseguono le letture per ultimare la lista dei libri inseriti nella sfida di lettura di #MyLiberaLoScaffale2021 e oggi mi porto aprire il secondo volume di una serie davvero dolcissima e divertente!


23250467

Carter, Claire e Gavin ora sono una piccola famiglia perfetta. Attorno a loro gli amici si sposano, crescono, maturano, si preparano ad affrontare il futuro. Be’, non esattamente… In effetti, dal giorno in cui Claire ha afferrato il bouquet di nozze della sua amica Liz, le cose hanno cominciato a precipitare: tra sbornie imbarazzanti, disastrose proposte di matrimonio, manette di peluche e chili di biscotti al cioccolato, Claire e Carter non riescono più a parlarsi con sincerità. E se a questo si aggiunge l’intervento non richiesto di una comitiva di amici più pazzi di loro, gli equivoci non possono che aumentare! Ma per fortuna il più dolce dei finali può arrivare anche dopo una storia d’amore a dir poco non convenzionale…

Claire e Carter, dopo essersi pensati a vicenda senza trovarsi per quattro anni, adesso cercano di recuperare il tempo perso e costruire un rapporto che li renda una famiglia vera, insieme a Gavin, il piccolo terremoto sbucato che si ritrovano come figlio. Hanno iniziato a vivere insieme e come si sa le cose non sono tutte rose e fiori, ci sono abitudini e comportamenti che fanno fatica a conciliarsi, almeno nei primi tempi, anche se si amano come non mai e darebbero la vita per Gavin… quando non sono impegnati a programmare di legarlo con lo scotch da qualche parte. Tra di loro, alla fine, va tutto benissimo e adesso si tratta definire il loro futuro assieme, anche quando la partenza si fa da basi un po’ incerte, da paragoni con altri rapporti che sono andati a finire male, come il matrimonio dei genitori di Claire, separatisi ogni volta e rimasti poi single, dei rapporti che le fanno dire di non volerne affatto sapere del matrimonio, anche se si tratta di Carter.

In ogni caso, il punto è che ognuno prende le proprie decisioni nella vita, alcune giuste e altre sbagliate; ma tutte c’insegnano qualcosa su chi siamo.

Invece Carter non ha dubbi: Claire è la donna della sua vita, la sola e unica, mentre non riesce a sopportare di stare senza di lei e senza Gavin, un bambino che è diventata tutta la sua vita. Due visioni contrapposte che, dopo il matrimonio della migliore amica di Claire, vengono ribaltate. O meglio, è quella di lei a subire un brusco scossone, rendendo meno salde le sue certezze e mandando in crisi una vita fatta di convinzioni ferree.

Non sono una di quelle persone che la stringerebbe tra le braccia dicendole che andrà tutto bene… perché probabilmente non sarà così. È più facile che continui ad andare di merda – che io ti abbracci o no.

Tara Sivec ha il dono di saper creare storie romanticissime, piccanti e ironiche al tempo stesso, divertentissime nel loro sprofondare nella normalità dei rapporti tra innamorati e soprattutto con i bambini, dando a una storia estremamente romantica un lato vero che non fa che renderla spassosa e apprezzabile. L’amore è totalizzante come nel più classico dei romance e Carter è l’uomo perfetto ma russa come un treno, così come Claire è la protagonista migliore che mi sia capitato di leggere ultimamente ma minaccia di legare il figlio con il nastro adesivo ogni volta che dalle sue labbra escono frasi degne di uno scaricatore di porto – cioè sempre – o quando combina dei disastri – altrettanto spesso del linguaggio osceno. È una lettura divertentissima, sopra le righe e senza peli sulla lingua verso tutto ciò che anche a noi è di certo capitato di vedere o pensare nei rapporti con mariti/mogli e con i figli, e con chiunque graviti nell’universo delle famiglie moderne, con madri sui generis e degne delle megere dei cartoni animati.

Non potevano portare qui i loro figli e andarsene come dei genitori normali, ai quali viene la bava alla bocca quando scoprono di avere qualche ora di pace e tranquillità, e gettano i figli dall’auto in corsa davanti alla casa del festeggiato per correre a farsi fare un massaggio o a bere qualcosa.

Intrigo delizioso è divertente tanto quanto il primo volume, ma altrettanto capace di regalare momenti appassionati e romantici che fanno battere forte il cuore. È una piccola perla che fa gioire per gli aspetti tanto realistici degli eventi e delle battute che i personaggi si scambiano, ma che insieme fa sognare come solo un romanzo riesce a fare. Una storia che ha solo una pecca secondo me: una leggera superficialità di Claire in certi momenti del romanzo, che dovrebbe darle un aspetto spensierato da ventiquattrenne qual è, ma che credo cozzi un po’ col suo essere stata per anni una madre single. Forse sarebbe stato meglio mitigarlo un po’ per darle un pochino di coerenza in più.

Di questa serie manca in Italia il terzo volume, cosa che mi dispiace, tanto che credo lo recupererò in originale!

Ma ditemi: qual è stata la vostra ultima lettura divertente?

Federica 💋

#humor #Romance #MyLiberaLoScaffale2021 #Leggereditore #Intrigodelizioso #ChocolateLovers #TaraSivec #recensione #narrativa #libri

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti