top of page
  • Immagine del redattorefedecaglioni

Recensione “Fifty Shades of Grey”

Buon Lunedì!

Oggi voglio inauguarare una settimana dedicata alle recensioni dei film. Ci sarà anche altro, ma voglio dedicarla principalmente a questo tema 😄

Si comincia con una pellicola che ha suscitato scalpore, scandalo e anche indifferenza: Cinquanta sfumature di grigio (visto in lingua originale).


3601652-decorative-elements-border-and-page-rules

TitoloFifty Shades of Grey Regista: Sam Taylor-Johnson Anno: 2014 Cast: Dakota Johnson (Anastasia “Ana” Steele), Jamie Dornan (Christian Grey), Eloise Mumford (Kate Kavanagh), Jennifer Ehle (Carla Wilks), Marcia Gay Harden (Grace Trevelyan Grey), Victor Rasuk (Jose), Luke Grimes (Elliot Grey), Rita Ora (Mia Grey), Max Martini (Jason Taylor) Trama: Anastasia Steele è una studentessa in Letteratura Inglese prossima alla laurea. Per sostituire un’amica influenzata va ad intervistare Christian Grey, giovane e ricco amministratore delegato della Grey Enterprises Holdings Inc. e se ne innamora, ricambiata, a prima vista. Christian mette però in breve tempo le cose in chiaro: la sua è una personalità dominante e dovrà sottostare a precisi patti.


Senza titolo-1


parere

Bello e sadico Mr. Grey, timida e pura Anastasia Steele. Ma non più di tanto.

Tutti conoscete o avete sentito parlare della trilogia di E. L. James e non me la sento di aggiungere altro (ho messo in lettura – seriamente questa volta – i tre volumi, perciò ve ne parlerò).

L’idea che sia una versione sadomaso di Twilight mi trova d’accordo. È stato depurato dalle componenti fantasy e hanno ampliato all’eccesso le parti “hot” ma se la si riduce all’osso ritroviamo ancora Edward e Bella, solo che stavolta si chiamano Christian e Ana.

Una particolare analisi dei dialoghi non serve. Se vi aspettate un certo livello (non dico Shakespeare ma qualcosa di normale) scordatevelo. Tutto punta a quello e con “quello” intendo Anastasia e Christian nudi in un letto. Non c’è uno sviluppo lineare tra loro due e credo sia dovuto al taglio di alcune scene in fase di montaggio. Molte battute, sempre per questo, restano poco comprensibili… Che altro dire? Ho già esaurito i miei commenti… No, un’ultima cosa: lui, Jamie Dornan, ha una voce buffissima in originale! Rispetto al personaggio che interpreta ha veramente un tono di voce che stona 😉


🌕

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page