top of page
  • Immagine del redattorefedecaglioni

Professor Marston and the Wonder Women

Buongiorno!

Il  film di oggi è stata una scoperta inaspettata, ma incredibilmente gradita! Non avrei mai pensato che Wander Woman fosse nata così 😊


Titolo Professor Marston and the Wonder Women Regia Angela Robinson Anno 2017 Genere Drammatico, biografico Lingua Inglese Paese di produzione Stati Uniti d’America Sceneggiatura Angela Robinson Cast Luke Evans, Rebecca Hall, Bella Heathcote, Connie Britton, JJ Feild, Oliver Platt



William Marston e sua moglie Elizabeth lavorano nella prestigiosa università di Harvard come insegnante e assistente di psicologia, un lavoro che permette loro di analizzare e studiare la mente umana, nonché produrre invenzioni utili e strepitose come la macchina della verità. Hanno un rapporto molto aperto e quando al loro corso si iscrive la giovane studentessa Olive Byrne, qualcosa cambia nella vita di questa coppia. Marston, indubbiamente attratto dalla giovane, riesci ad ottenere che faccia da seconda assistente per lui e la moglie, iniziando a stabilire un rapporto personale, un legame che si approfondisce sempre di più man mano che il lavoro li avvicina e mette a confronto le loro menti. Tre spiriti che si ritrovano affini l’uno all’altro, diversi dai loro contemporanei e capaci di una connessione profonda, tanto che i confini tra professori e studentessa, tra moglie, marito e amica si fanno sempre più in consistenti, scatenando il loro sentimenti non previsti e non comprensibili per la maggior parte delle persone.

William, Lizzie e Olive, tuttavia, sono affascinati dai meccanismi della mente umana e quando questi vanno in cortocircuito per l’amore che li lega, loro sono i primi a voler approfondire questi inspiegabili sentimenti, anche se dopo un inizio burrascoso. Professor Marston and the Wonder Women racconta gli antefatti e i dietro le quinte che hanno portato alla nascita di una delle supereroine più conosciute e famose del nostro tempo: Wonder Woman. L’aspetto più sorprendente di questo film è che non è la banale storia di come sia nato un personaggio iper conosciuto, ma diventa il racconto delle vite che si nascondono dietro alla protagonista di un fumetto, delle gioie, dei dolori e delle passioni che questa incarna e dalle quali prende forma. Wonder Woman è l’elogio massimo di un uomo innamorato, che sa riconoscere il valore di coloro che ha accanto e che rappresentano tutto il suo mondo. Il tema principale è quello di rapporti poliamorosi, cioè quelle relazioni in cui non ci si ama solo in due, ma in tre (o più) contemporaneamente e insieme si vivono tutti gli aspetti della vita quotidiana e dell’intimità, trasportando in un contesto sociale davvero ostile (l’America tra le due guerre e dopo la Seconda Guerra Mondiale) dei concetti e delle idee sempre attuali e moderne.

Il film è anche un inno al coraggio e al rispetto della privacy (dell’intimità) altrui, due concetti ostici in ambito americano, dove tutti appaiono sempre pronti a farti le pulci e a criticarti per i tuoi comportamenti, anche quando non dovrebbero. Scene iconiche pentano così quella in cui la vicina entra in casa loro senza essere stata minimamente invitata e quella in cui William si arrabbia perché ci si permette di giudicare ciò che non si conosce. A rendere, però, Professor Marston and the Wonder Women memorabile è il trio Luke Evans, Rebecca Hall e Bella Heathcote (William, Elizabeth e Olive), che regalano momenti emozionanti e intensi, oltre a rendere memorabile questa storia e le persone che l’hanno vissuta, più che enfatizzare il suo simbolo, quell’eroina capace di dare loro ciò che il mondo non riusciva a fare.


Il tema, quello dei rapporti poliamorosi, l’ho già trovato anche in una serie tv targata Netflix: You, Me, Her! È particolare e molto carina, e magari tra un po’ potrei fare una recensione anche di quella 😉 Ma ditemi, avete visto questo film? O conoscevate già la storia di Marston?

A presto Federica 💋

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page