top of page

Potrebbe piovere #22 : August Rush

Buongiorno e buon Lunedì!

Per me iniziare una nuova settimana non è mai una bella cosa, perché mi aspettano altri cinque giorni da dedicare ai diversi impegni. Come me, anche per voi oggi significa riprendere il lavoro, o la scuola, o l’università, e magari non vedete già l’ora che arrivi Sabato (o il giorno di riposo) per rilassarvi e staccare un po’. È per questo che ho deciso di parlare di musica questa settimana, la cosa che riesce a rilassarmi di più al mondo!

Benvenuti, dunque, alla proiezione musicale di Potrebbe piovere 😊


Coraggio-tattoo

Info


Titolo La musica nel cuore – August Rush Titolo originale August Rush Regia Kirsten Sheridan Anno 2007 Genere Drammatico, musicale Lingua Inglese Paese di produzione Stati Uniti d’America Soggetto Paul Castro, Nick Castle Sceneggiatura Nick Castle, James V. Hart

Trama

Un orfano dallo straordinario talento musicale si ritrova a esibirsi per le strade di New York in compagnia di un uomo misterioso che si prende cura di lui. Ritrovare i suoi genitori è il suo principale obiettivo.

Cast

  1. Freddie Highmore è Evan Taylor/August Rush

  2. Keri Russell è Lyla Novachek

  3. Jonathan Rhys-Meyers è Louis Connelly

  4. Terrence Howard è Richard Jeffries

  5. Robin Williams è Maxwell Wallace, “il Mago”

  6. Leon Thomas III è Arthur

Trailer


Parere

Sin da quando l’ho visto la prima volta, nonostante tutte le recensioni negative sentite prima di vederlo, questo film mi è piaciuto molto, anzi moltissimo. È una storia dolce, dove la musica fa da collante e trait d’union tra i diversi personaggi e i momenti che si susseguono e che complicano loro l’esistenza. Per tutto il tempo ho avvertito la sensazione che la musica rappresentasse un legame soprannaturale tra le persone, in particolare tra genitori e figlio, che va al di là della distanza e che non può essere espresso se non attraverso le note. È un modo semplice e comunque che non richiede poi una grande organizzazione a livello di trama, ma è davvero di grande effetto e dà proprio l’idea che nulla possa separare veramente quando l’amore e la passione per qualcosa sono più forti delle avversità. L’ambientazione è una New York tanto musicale quanto socialmente e culturalmente diversa. Evan viaggia trasversalmente in tutti i livelli sociali possibili, mostrando come persone così diverse possano trovare un punto d’incontro. Forse qui nasce il problema maggiore del film ed è il non toccare maggiormente il tema degli orfani, come se esistesse ma non fosse quello il momento di trattarlo.



Nonostante questa pecca, risulta un film davvero emozionante, soprattutto grazie agli attori e attrici che compongono il cast. Jonathan Rhys-Meyers e Keri Russell sono i due giovani musicisti che, dopo una sola notte trascorsa insieme, sono costretti a separarsi nonostante riconoscano di avere di fronte l’amore della propria vita. Impulsivo ma molto sensibile lui, determinata e forse all’inizio facilmente manipolabile lei, Lyla e Louis rappresentano due diverse anime della musica apparentemente inconciliabili ma che danno prova di potersi accettare, amare e cercare a dispetto delle differenze. Dal loro unico momento insieme nasce Evan, affidato agli assistenti sociali dal nonno materno e creduto morto dalla madre (mentre il padre non ha nemmeno idea di essere tale).

Interpretato da un incredibile Freddie Highmore, Evan/August (nome d’arte affidatogli da Il Mago, alias Maxwell Wallace – un Robin Williams trasformato magnificamente nel “cattivo” della storia) raccoglie l’eredità dei genitori e il loro amore per due diversi tipi di musica, trasformando entrambi nella scoperta di una melodia ben diversa, quella prodotta dal Mondo intero, alla ricerca proprio delle due persone che gli hanno inconsapevolmente trasmesso questo dono. È una storia dolce, vi dicevo, dove a fare da padrona è la musica e il legame che essa instaura con le persone, il modo in cui influenza i rapporti e crea legami là dove apparentemente non sarebbero potuti nascere.

Voto


voto4

Coraggio-tattoo

Spero di avere allietato un po’ la vostra mattinata e la giornata! Mi trovate sempre qui se avete voglia di dirmi come vi è sembrato il film (se lo avete visto) o se all’epoca lo avete evitato.

A presto 💋

 

Cliccando sul link sottostante potete partecipare all’On Rainy Days Contest e vincere uno dei premi in palio!

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page