top of page
  • Immagine del redattorefedecaglioni

Potrebbe piovere #17 : Death at a Funeral

Buon Lunedì! Tutti pronti per questa settimana dedicata a Matthew Macfadyen?

Con Potrebbe piovere si inizia proprio dall’arte che maggiormente lo vede protagonista, il cinema!


Coraggio-tattoo

Info


Titolo Funeral Party Titolo originale Death at a Funeral Regia Frank Oz Anno 2007 Genere Commedia Lingua Inglese Paese di produzione Regno Unito, Stati Uniti d’America, Germania Soggetto Frank Oz, Dean Craig Sceneggiatura Dean Craig

Trama

Gran Bretagna. Daniel attende l’arrivo della salma del padre nella villa di campagna in cui ancora vive (benché sposato) con la madre. Purtroppo il feretro è sbagliato e gli uomini delle pompe funebri debbono tornare indietro. È solo l’inizio di una serie di situazioni comiche che vanno dall’humor very british alla farsa più sfrenata.

Cast

  1. Matthew Macfadyen è Daniel

  2. Rupert Graves è Robert

  3. Peter Dinklage è Peter

  4. Alan Tudyk è Simon

  5. Daisy Donovan è Martha

  6. Kris Marshall è Troy

  7. Andy Nyman è Howard

  8. Jane Asher è Sandra

  9. Eden Bremner è Justin

  10. Peter Egan è Victor

  11. Keeler Hawes è Jane

  12. Thomas Wheatley è il reverendo

  13. Peter Vaughan è lo zio Alfie

Trailer


Parere

Vi ho sempre detto che amo lo humour inglese, ebbene questo film è l’apoteosi dello humour scorretto tipico degli anglofoni che non si ferma nemmeno di fronte a un evento tragico come un funerale. Si sa che gli inglesi cercano sempre e comunque l’ironia e Death at a funeral è proprio questa

dimostrazione che ogni occasione è buona per trovare degli elementi di cui ridere ma per trarne poi degli insegnamenti o nuove verità condivise da tutti. Un film scorretto e volutamente ricco di situazioni esilaranti che rasentano l’assurdo ma che gioca continuamente con l’idea di esorcizzare quelli che sono i tabù della nostra società, primo tra tutti la sacralità di un funerale. Tecnicamente è un film nella norma, con poche ambientazioni che comunque non escono dal tracciato tipicamente british, come il cottage in campagna coperto d’edera dove si svolge il funerale, ma Quello che più colpisce in questo film è la coralità dell’intero cast che, tra nomi noti e meno noti (compreso Peter Dinklage – Tyrion Lannister ne Il trono di spade),

lavora in un tutt’uno per realizzare proprio il singolare humour che permea tutta la pellicola. Gli attori sono davvero tanti, oltre ovviamente all’ospite della settimana, e tutti divertentissimi nelle singole gag che li vedono protagonisti e che si uniscono nella storia.

Però è giusto parlare del perno dell’intera storia, cioè Matthew Macfadyen, e di Daniel, il suo personaggio, perché è il più particolare, poiché non è direttamente coinvolto nelle diverse situazioni comiche, ma vi ruota attorno, diventando proprio il perno dello humour, lo dirige e fa in modo che si arrivi al clou della storia, cioè quando i segreti del morto e di tutti i partecipanti al funerale scoppiano e rischiano di mandare all’aria ogni possibilità di avere una cerimonia abbastanza normale. Divertente, anche se scontato certe volte, ma che comunque riesce a non cadere in un humour grottesco sempre in agguato in questo genere di film.

Voto


voto3

Coraggio-tattoo

Questo, dopo Pride and Prejudice, è uno dei film con Matthew Macfadyen che più preferisco, ma ce ne sono altri, come Robin Hood del 2010 o The Three Musketeers dell’anno successivo. Come sempre, sono benvenuti i vostri commenti, sia che abbiate un suo film nella lista dei preferiti, sia che come attore vi fosse sconosciuto 😊

A domani 💋

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page