top of page

Nei panni di una principessa

Ciao 😊

Secondo giorno, nuovo film! E questa volta Netflix punta su una accoppiata vincente: feste natalizie e principi.


Titolo Nei panni di una principessa Titolo originale The Princess Switch Regia Michael Rohl Anno 2018 Genere Commedia romantica Lingua Inglese Paese di produzione Stati Uniti d’America Sceneggiatura Robin Bernheim, Megan Metzger Cast Vanessa Hudgens, Sam Palladio, Nick Sagar, Mark Fleischmann, Suanne Braun, Alexa Adeosun


È una commedia rosa in classico stile natalizio, e quindi perfetta per il periodo, che dopo Un principe per Natale (film uscito lo scorso anno e che appare anche qui, in una auto-citazione che sta diventando frequente nei prodotti a marchio Netflix) riporta al centro dell’attenzione un altro principe. Ma questa volta c’è di più.

Nei panni di una principessa presenta ben due storie e “due” protagoniste: da un lato, Stacy, pasticciera di Chicago che vede nel periodo delle feste il momento migliore per dimostrare che bontà e altruismo esistono; dall’altro, Margaret, duchessa promessa sposa del principe di Belgravia, che però non conosce nulla della vita vera. Una vita che, proprio con l’aiuto di Stacy, può forse sperare di conoscere almeno un po’ prima di fare ciò che deve. Perché, per uno strano caso del destino o della genetica, Stacy e Margaret sono identiche, due gocce d’acqua. Presenti entrambe a Belgravia durante le feste di Natale – Stacy per partecipare a un concorso di pasticceria con il suo amico/socio Kevin, Margaret per sposare il principe Edward – e libere per due interi giorni da obblighi e impegni, su richiesta di Margaret le ragazze (interpretate da Vanessa Hudgens) si scambiano, convinte che tutto filerà liscio come l’olio, che nessuno le scoprirà.

Ma nulla, a Natale e con lo zampino di un vecchietto onnipresente, va come previsto e mentre Stacy si ritrova a tu per tu con un principe un po’ troppo pieno di sé e gli dimostra cosa significhino la condivisione e lo spirito del Natale, Margaret vive la normalità delle feste con Kevin e sua figlia Olivia, gli affetti più cari di Stacy e con i quali riscoprire la semplicità dei sentimenti, nonché il trovare ciò che conta davvero nella vita. A differenza del film di ieri, qui finalmente si sente ciò che più caratterizza questo periodo dell’anno, tra tutto l’altruismo e il dedicare del tempo a chi amiamo, o a chi ha bisogno di noi. E sempre per distinguersi, le storie d’amore si sdoppiano come la protagonista, i “principi azzurri” raddoppiano, dimostrando che non serve essere per forza in una qualche lista di successione al trono per conquistare la propria principessa. Basta essere l’uomo giusto per lei, cosa che, tra il papà single Kevin e il principe Edward, riesce meglio al primo, secondo me.

Perché Kevin è il ragazzo della porta accanto, semplice e normale, e il suo personaggio dimostra che i bravi ragazzi possono essere più affascinanti dei principi ereditari! Certo non mancano le pecche, come la presenza di una controparte femminile che, ovviamente, si oppone a Stacy nel concorso per pasticceria, o il tuttofare di corte che sospetta di lei e Margaret. Questi personaggi, visto poi il cambiamento nel finale, lasciano un po’ il tempo che trovano e sembrano messi lì solo per fare numero, una presenza quasi inutile. Certo, non sono centrali e comunque il film resta una commedia natalizia carina.

Già meglio!! Siamo solo all’inizio in questo viaggio nel Natale, però mi sento meglio rispetto a ieri. È questo che cerco da film e libri, le belle sensazioni che scaldano il cuore!

Serve anche a questo il Natale, no?

Federica 💋

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page