top of page
  • Immagine del redattorefedecaglioni

Kingsman – Il cerchio d’oro

Buongiorno a tutti!!

Spero mi perdonerete per la lunga assenza ma dopo l’esame della settimana scorsa mi è diventato impossibile seguire il blog 😔  Ma adesso spero di ricominciare più assiduamente e per farlo che ne dite di una bella recensione su un film appena uscito?!


Titolo Kingsman – Il cerchio d’oro Titolo originale Kingsman: The Golden Circle Regia Matthew Vaughn Anno 2017 Genere Spionaggio, azione, commedia Lingua Inglese Paese di produzione Regno Unito, Stati Uniti d’America Soggetto Mark Millar, Dave Gibbons (fumetto) Sceneggiatura Jane Goldman, Matthew Vaughn Cast Colin Firth, Julianne Moore, Taron Egerton, Mark Strong, Halle Berry, Elton John, Channing Tatum, Jeff Bridges, Pedro Pascal, Edward Holcroft, Hanna Alström


Secondo capito del film che tanto ho adorato, questa volta i Kingsman si trovano di fronte a una minaccia davvero temibile, soprattutto perché di agenti ne restano solamente due: Egsy, diventato il nuovo Galahad dopo la scomparsa di Henry (Colin Firth), e Merlino! Costretti a chiedere aiuto agli sconosciuti cugini americani, gli Statesman (nemmeno a farlo apposta…), Egsy e Merlino si ritrovano a dover rintracciare un nuovo super criminale deciso a lasciar morire oltre metà della popolazione, sulla scia del progetto di Valentine, ma con molto meno carisma!

In generale Kingsman – Il cerchio d’oro regala attimi di divertimento puro, caratterizzati da uno humor nero e tipicamente inglese che adoro, il quale rende le due ore o poco più di film un vero gioiellino camp. Tra battute inimitabili e scene di combattimento che vanno al di là della fisica, questo film afferma a gran voce l’intenzione a non prendere nulla sul serio, né con drammaticità. A renderlo unico ci sono ovviamente gli attori: oltre ai già collaudati Colin Firth (che resuscita miracolosamente), Mark Strong e Taron Egerton, al gruppo si uniscono Jeff Bridges, Channing Tatum, Halle Berry e Pedro Pascal nel ruolo degli agenti Statesman Champagne, Tequila, Ginger Ale e Whisky (tutti alcolici?! Beh, si sa che gli americani sono famosi per le distillerie, legali e non). Ovviamente scatta la competizione tra i perfetti gentlemen inglesi e i caotici (e rudi) americani, che regala davvero un divertimento garantito e sul filo del cliché senza come risultare prevedibile.

Non altrettanto brillante lo è stata la cattiva di turno che, nonostante qualche tocco davvero geniale (come un tritacarne), credo venga un po’ sminuita dalla sua reclusione forzata in Cambogia, da dove gestisce il maggior cartello di droga al mondo. Tra tutto e tutti, dalle scene d’azione girate a Londra ai remake di alcuni momenti del primo film, credo che il vero momento chiave ruoti attorno a un cameo che, secondo me, all’inizio doveva essere di poco conto ma che poi ha mostrato potenzialità devastanti: quello di Sir Elton Hercules John! Lui, un’icona inglese, è la vera scoperta di Kingsman – Il cerchio d’oro e dà un nuovo motivo per decidere di andare a vedere il film.

Spero andiate a vederlo! Tra l’altro, questo è anche meno splatter del primo e le scene sanguinolente sono ridotte al minimo, cosa che aiuta, se non si sopportano molto 😊 Comunque è davvero da vedere! Ovviamente, se già lo avete visto, voglio sapere come vi è sembrato!

A presto Federica 💋

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

コメント


bottom of page