top of page
  • Immagine del redattorefedecaglioni

Captain Marvel

Buongiorno!

A quasi una settimana dalla sua uscita, non potevo non parlarvi dell’ultimo prodotto filmico di casa Marvel!


Titolo Captain Marvel Regia Anna Boden e Ryan Fleck Anno 2019 Genere Azione, fantascienza, avventura, supereroi Lingua Inglese Paese di produzione Stati Uniti d’America Soggetto Roy Thomas e Gene Colan Sceneggiatura Anna Boden, Ryan Fleck, Geneva Robertson-Dworet, Jac Schaeffer Cast Brie Larson, Samuel L. Jackson, Ben Mendelsohn, Djimon Hounsou, Lee Pace, Lashana Lynch, Gemma Chan, Annette Bening, Clark Gregg, Jude Law



I Kree sono una razza aliena di guerrieri, onorevoli e senza paura, e Vers è una di loro, forte e alle prese con la sua prima vera missione per mettere in salvo in informatore da un attacco dei loro nemici, gli Skrull. Ma qualcosa va storto e Vers viene catturata, scoprendo che questi esseri capaci di mutare aspetto hanno un obiettivo ben preciso: vogliono raggiungere la Terra e una dottoressa che ha fatto una scoperta per loro fondamentale. Una scoperta che però ha conseguenze profonde anche per Vers. Perché questa guerriera possiede un passato di cui non ricorda assolutamente nulla e che può essere fondamentale per terminare, una volta per tutte, lo scontro tra Kree e Skrull. Captain Marvel vede quindi l’arrivo di questa supereroina nell’America di metà anni ’90, vestita in “tenuta da videogioco” e subito affiancata dal giovane agente operativo dello S.H.I.E.L.D. Nicholas Joseph Fury, o semplicemente Fury per chiunque, con il quale si instaura un rapporto affiatato sin da subito, coinvolgendo la famosa organizzazione nel suo primo caso di contatto con gli alieni. E insieme Fury e Vers vanno alla scoperta del passato di lei, ritrovandosi ad affrontare un caso e una guerra ben più complessa di quel che sembra.

Tra razze aliene, inseguimenti in stile Star Wars e la pungente ironia del personaggio di Carol Denvers (Captain Marvel, interpretata da Brie Larson), questo film è uno spettacolo entusiasmante e coinvolgente, incentrato sulla riscossa femminile di fronte a una società militaristica (i Kree) e maschilista (gli umani), mentre si incastra in un discorso più ampio, che coinvolge il movimento #metoo tanto quanto una posizione ben definita sull’immigrazione (tema anticipato già con la conclusione di Thor: Ragnarok), che rimette in discussione l’intero incipit della storia. Il film è una via di mezzo tra l’ilarità dell’ultimo Thor e l’impegno su un tema scottante di Black Panther, riuscendo a riempire entrambe le categorie alla perfezione e regalando un nuovo punto di vista su personaggi che ormai si conosco alla perfezione e che sono diventati delle istituzioni nel mondo Marvel, rispondendo anche a domande che ci si porta dietro dal primo film. Tutto si unisce e regala due ore intense (per i cameo e i diversi collegamenti da ritrovare con le pellicole precedenti) ma che volano, facendoti restare in trepidante attesa per le scene finali e farlo fino alla fine, tutta la fine, dei titoli di coda!

E ora manca solo Avengers: Endgame 😭 che tristezza! Già piango, ben sapendo (dai fumetti) quale sarà la sorte dello scontro contro Thanos, iniziato con Infinity War lo scorso anno! Per fortuna, Aprile non è poi così lontano!

Voi lo avete visto? O andrete a vederlo nei prossimi giorni?

Come sempre, grazie per essere stati qui con me! Federica 💋

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page