top of page
  • Immagine del redattorefedecaglioni

Baywatch

Ciao a tutti 😊

In chiusura di questa settimana vi parlo di un film che, devo ammetterlo, ho faticato abbastanza per vederlo fino alla fine. Io che avevo voglia di mare ho finito con il chiedermi perché abbia scelto proprio questo…


Titolo Baywatch Regia Seth Gordon Anno 2017 Genere Azione, commedia Lingua Inglese Paese di produzione Stati Uniti d’America Soggetto Michael Berk, Gregory J. Bonann e Douglas Schwartz (Serie tv), Robert Ben Garant, Thomas Lennon, David Ronn e Jay Scherick (Storia) Sceneggiatura Damian Shannon, Mark Swift Cast Dwayne Johnson, Zac Efron, Alexandra Daddario, Kelly Rohrbach, Ilfenesh Hadera, Priyanka Chopra, Jon Bass, Yahya Abdul-Mateen II, Rob Huebel, Hannibal Buress, Jack Kesy, Amin Joseph, Izabel Goulart, Charlotte McKinney



Siamo in Florida, sulla spiaggia di Emerald Bay, dove il tenente Mitch Buchannon è il caposquadra dei bagnini. Ben voluto e uomo pieno di sorprese, nonché di qualità positive, Mitch si ritrova a dover ospitare un ex nuotatore professionista, vincitore di una medaglia d’oro, e che non ha davvero idea di come si lavori in gruppo. Brody, caduto in disgrazia a causa del proprio comportamento egoista ed eccessivo, crede di di inserirsi in un normale gruppo di bagnini, ma si ritrova presto a seguire un capo che non limita il proprio lavoro alla spiaggia. Perché per Mitch il suo compito non si esaurisce nella sua giurisdizione, bensì continua in tutta la città e pattugliare la zona si farà pressante quando inizia a diffondersi una nuova droga e misteriosi omicidi intaccano la reputazione della sua spiaggia.

Coinvolgendo governatori, poliziotti locali e una losca proprietaria di locali, il duo composto da Dwayne Johnson e Zac Efron si muove insieme a una squadra tanto assurda quanto comica, portando a livello esponenziale la demenza dell’intera narrazione. Già a partire dei titoli di testa, si pone l’asticella della comicità a un livello così basso da lasciare a ben poche battute un vero potenziale di divertimento. A essere prepotente è l’attitudine gretta e volgare delle scene, degli scambi tra i personaggi, nonché dei rimandi ironici ai film interpretati da Zack Efron, dipinti come una sotto categoria cinematografica di poco conto (cosa che non è poi così lontana dalla verità).

L’intento di creare una autoparodia nei confronti della famosa serie tv si legge benissimo in tutto il film, tuttavia la sua realizzazione scade a favore di scene poco entusiasmanti, con effetti speciali paradossali nonché privi di senso, in cui il genere d’azione perde costanza e significato se messa a confronto con il lato comico, che comunque non riesce a divertire, fatto salvo per alcuni momenti estemporanei. Sapevo che guardando Baywatch non avrei trovato chissà quale livello di intelligenza, anzi il contrario, tuttavia non aspettavo che fosse così tanto gretto e demenziale. Se c’è una cosa che lo salva dal completo tracollo è l’idea che, almeno in estate, possa essere guardato senza troppi rimpianti. Tanto, se non sia ha nulla da fare, si può passare il tempo anche con un film demenziale di basse pretese.

Non è che ve lo consigli, però se avete quasi due ore da perdere e volete fare un revival anni ’90, direi che il film adatto da guardare!

Grazie per essere passati di qui!

Vi auguro un buon weekend vi do appuntamento a Lunedì! Federica 💋

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Commentaires


bottom of page