top of page

Avengers: Infinity War

Buongiorno 😊

Assenza lunga questa volta, ma torno con un articolo che aspettavo da anni di poter scrivere! Anni, non esagero, ma questa recensione sarà diversa dal solito… Meno recensente delle altre che vi ho proposto.


Titolo Avengers: Infinity War Regia Anthony e Joe Russo Anno 2018 Genere Fantastico, azione, supereroi Lingua Inglese Paese di produzione Stati Uniti d’America Soggetto Stan Lee & Jack Kirby Sceneggiatura Christopher Markus & Stephen McFeely Cast Robert Downey Jr., Chris Hemsworth, Mark Ruffalo, Chris Evans, Scarlett Johansson, Benedict Cumberbatch, Don Cheadle, Tom Holland, Chadwick Boseman, Paul Bettany, Elizabeth Olsen, Anthony Mackie, Sebastian Stan, Danai Gurira, Letitia Wright, Tom Hiddleston, Idris Elba, Peter Dinklage, Benedict Wong, Pom Klementieff, Karen Gillan, Dave Bautista, Zoe Saldana, Gwyneth Paltrow, Benicio del Toro, Josh Brolin, Chris Pratt, Vin Diesel, Bradley Cooper


E finalmente, dopo dieci anni e ben 18 film collegati gli uni agli altri, è arrivato il momento della resa dei conti, il momento della guerra contro Thanos! E per me, che sono una super fan della Marvel, è stato il momento dell’apertura dei rubinetti! Fiumi di lacrime già da prima che iniziasse! Ma andiamo con ordine…

Come siamo arrivati fin qui: nel 2012, nel primo film degli Avengers, Loki (Tom Hiddleston) viene spedito sulla Terra per conquistarla e preparare l’arrivo di Thanos, un Eterno (cioè uno che ha assistito all’origine dell’Universo e che ne può modificare le sorti) che ha il meraviglioso progetto di conquistare tutto il creato e organizzare un genocidio cosmico (così, perché gli va). Sfortunatamente per Loki, e per l’esercito alieno dei Chitauri che lo accompagna, sulla Terra viene radunato il gruppo degli Avengers: Iron Man (Robert Downey jr.), Captain America (Chris Evans), Hulk (Mark Ruffalo), Thor (Chris Hemsworth), Vedova Nera (Scarlet Johansson) e Occhi di Falco (Jeremy Renner) si alleano e dopo una devastante lotta per le strade di New York (perdonate, ma ho tagliato la trama fino ai dettagli salienti) riescono a sterminare l’esercito dei Chitauri e a arrestare Loki, salvando l’umanità. Questa invasione, però, mette in moto due strade: da un lato, ci si aspetta un mega distruttore alieno; dall’altro, si scopre l’esistenza delle Gemme dell’Infinito, sei pietre cosmiche capaci di modificare diversi aspetti dell’universo (=> qui <= tutte le info 😊) e che, nei film successivi, saranno trovate quasi tutte.

Infinity War: sei anni e 12 film dopo, gli Avengers sono spaccati, divisi dagli eventi di Captain America: Civil War, e gli Asgardiani sfrattati (Thor: Ragnarok). Ed è qui che appare Thanos (Josh Brolin), già in possesso di una delle sei Gemme (quella del potere – in Guardiani della Galassia Vol.1) e pronto a raccogliere tutte le altre per portare a termine il suo progetto di massacro. E gli Avengers sono obbligati a riunirsi, ma questa volta in modo diverso, perché la guerra contro Thanos non si combatte su un solo fronte. Così abbiamo tre terreni: la Terra, dove Captain America, Vedova Nera, Bruce Banner/Hulk, War Machine (Don Cheadle), Falcon (Anthony Mackie), Bucky Barnes (Sebastian Stan), Pantera Nera (Chadwick Boseman), Wanda (Elizabeth Olsen) e Visione (Paul Bettany) affrontano l’esercito di Thanos con l’aiuto dei soldati del Wakanda (Black Panther); una nave spaziale, dove sono in missione Thor, Rocket (Bradley Cooper) e Groot (Vin Diesel); infine, un pianeta sconosciuto, dove Iron Man, il Dottor Strange (Benedict Cumberbatch), Spider Man (Tom Holland), Star-Lord (Chris Pratt) , Drax (Dave Bautista) e Mantis (Pom Klementieff) tengono occupato proprio il super cattivo. Oltre non vado a raccontare, tanto tutto questo si vede già nel trailer qui sopra (e in => questo <=), e così mi trattengo dagli spoiler, visto che il film è uscito solo da pochi giorni. Lo spettacolo offerto da Avengers: Infinity War è immenso, devastante e magnifico a livello emotivo quanto visivo, con tecniche ed effetti speciali che raccolgono, migliorano e ripropongono tutti quelli utilizzati nei 18 film precedenti, con aggiunte niente male e che riescono a far lavorare in una sincronia perfetta tutti i (super)poteri degli eroi Marvel. Vorrei fornirvi dettagli più precisi, ma non posso (per gli spoiler), né ci riesco. Rispetto ai film precedenti, è impossibile dare una descrizione di tutto quello che accade in questo perché succedono talmente tante cose che ancora, a due giorni dalla visione, non riesco a farmene un’idea. È un film da metabolizzare, perché ti investe con tre tonnellate di sconvolgimento emotivo e, anche se non si direbbe, quel tocco di divertimento che alla fine non sai come sentirti, a parte la sensazione di trovarti in bilico su un baratro. Per essere apprezzato appieno, e questo è poco ma sicuro, ha bisogno di quello che sarà Avengers 4, la seconda parte, il film che concluderà la partita con Thanos. Solo allora capirò se Avengers: Infinity War mi ha distrutta o se è solo uno step difficile da superare!

Io ero in lacrime già dopo 5 minuti dall’inizio, con la mascella che toccava terra ad ogni nuova scena. Fate voi… Comunque una cosa è certa: nei prossimi giorni tornerò a vederlo, perché devo capire se ho sognato tutto quello che è successo o no! Ho bisogno di una nuova visione per capirlo 😅

Ovviamente vi consiglio di andare a vederlo. È da non perdere!

Ci risentiamo tra qualche giorno! Federica 💋

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comentários


bottom of page