top of page

Gold

Buongiorno 😊

Eccomi di ritorno (non mi sbilancio sull’esame di ieri, perché era scritto e per scaramanzia resto zitta e muta finché non usciranno i risultati) e questa volta per parlarvi di un film! È uscito un po’ di tempo fa, metà Aprile credo, però sono riuscita a scriverne una recensione solo ora… Lo so, tempi di elaborazione decisamente lunghi… Eh, diciamo che ho impiegato un po’ di tempo a decidere se mi sia piaciuto oppure no.


Titolo Gold – La grande truffa Titolo originale Gold Regia Stephen Gaghan Anno 2016 Genere Avventura, drammatico, thriller Lingua Inglese Paese di produzione Stati Uniti d’America Soggetto Liberamente ispirato dalla vera storia dello scandalo minerario Bre-X del 1993. Sceneggiatura Patrick Massett, John Zinman Cast Matthew McConaughey, Édgar Ramírez, Bryce Dallas Howard, Corey Stoll, Toby Kebbell, Rachael Taylor, Bruce Greenwood, Joshua Harto, Timothy Simons, Michael Landes, Stacy Keach, Bill Camp, Macon Blair, Craig T. Nelson


Dopo The Wolf of Wall Street, torna una pellicola incentrata sul sistema americano degli investimenti e sulle truffe che ne sono insite, perché dove girano i soldi la tentazione di farne ancora di più è sempre altissima. Questa volta al centro della speculazione c’è il settore minerario, uno dei pilastri del sistema economico e produttivo degli Stati Uniti (almeno finché non hanno esaurito il 90% dei loro giacimenti), e l’incredibile fortuna che la compagnia di Kenny Wells si ritrova tra le mani grazie alla sapiente intuizione del geologo Michael Acosta di scavare in mezzo alla sperduta giungla indonesiana. Come rivela già il titolo di per sé, questa corsa all’oro che investe i mercati nasconde una seconda faccia. Peccato, perché per tutto il film quest’idea di “truffa” non esiste, ogni dettagli, scena e situazione è costruito in modo tale da non far sospettare di nulla, da far credere che quell’oro, e i soldi che promette di far guadagnare, esista davvero. Ma il titolo cala come una mannaia sul coinvolgimento dello spettatore, lo mette già in guardia sull’esito di tutta l’euforia generale e per questo il finale non sorprende come invece dovrebbe.

Aspettandoci già che qualcosa non torni, quando effettivamente si scopre il segreto dietro a questa immensa fortuna se ne resta delusi, perché fondamentalmente lo si aspettava e non c’è più il gusto della sorpresa. Tuttavia a essere grande, oltre alla truffa, lo è anche l’interpretazione di Edgar Ramirez (Michael Acosta) e di Matthew McConaughey (Kenny Wells), che ha rispettato il proprio obbligo contrattuale di apparire a torso nudo in ogni suo film anche con trenta chili di troppo e una pancia degna di Homer Simpson. Entrambi gli attori hanno l’aspetto e l’attitudine giusta ad incarnare l’ideale dei rispettivi personaggi, diventando il vero punto di forza della pellicola, insieme alla critica al sistema della borsa e ai suoi broker, gli sciamani moderni che mettono sul lastrico intere città.

Come film è nella media, bello ma senza grosse sorprese, forse proprio a causa di quel titolo con spoiler… Mi è piaciuto, alla fin fine, ma non mi ha entusiasmata ed è un peccato! Voi lo avete visto? Impressioni?

Federica 💋

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page