OnRainyDays_edited.jpg
  • fedecaglioni

“Un dottore sotto l’albero” di Sarah Morgan

Ciao a tutti 😊

Oggi cambiamo e a raccontare il Natale sarà una autrice che mi piace tanto!


Meg Miller non è mai stata una party girl e preferirebbe attraversare un ghiacciaio a piedi piuttosto che passare un pomeriggio a fare shopping. Soprattutto da quando è stata lasciata dal suo ex con un figlio piccolo da accudire, predilige l’intimità delle sue montagne, la tranquillità delle passeggiate sulla neve e la sicurezza del suo piccolo nido familiare. Almeno fino al momento in cui non entra in scena il dottor Luca Zinetti. Lui rappresenta tutto quello a cui Meg ha rinunciato: carisma, anticonformismo, gioia di vivere. E, particolare assai più pericoloso, sembra avere un unico desiderio: conquistarla.


Lake District, Inghilterra. Meg è una mamma sigle, tutta presa dal suo lavoro all’ospedale, dal soccorso alpino e soprattutto dal piccolo Jamie, un tenerissimo ometto di sette anni con una passione smodata per Batman. Perciò, con tutto quello che ha da fare, non ha tempo, e nemmeno voglia, di pensare agli uomini, o a rifarsi una vita sentimentale dopo la sua ultima relazione. Però Meg non ha fatto i conti con il Natale, con l’abnorme quantità di vischio piazzata in giro per casa da sua madre e con l’affascinante dottor Zinetti, il cui sguardo malizioso è capace di abbattere anche le difese più impenetrabili.

«Perché voglio andarci con te. Se non ti va, possiamo anche non ballare. Ma questo non significa che dobbiamo rinunciare. È Natale, Meg. Lasciati un po’ andare.»

Luca Zinetti, italiano doc, ex medaglia d’oro di sci, è il medico sexy e irresistibile che da otto mesi fa battere il cuore di tutte le donne che entrano in pronto soccorso. Beh, di tutte, tranne che quello di Meg. Certo, dovrebbe essere cieca per non vedere quanto sia attraente, ma per Meg i tipi come Luca, abituati ad avere attorno donne belle e alla moda, sono proprio quelli che si sforza di evitare come la peste. Ci è cascata una volta, con il padre di Jamie, e per il suo bene, quanto per quello di suo figlio, non ha intenzione di ripetere l’esperienza.

«Scusami… è solo che sono così eccitata che tu vada alla festa!» «Almeno tu.» «Tu no? Davvero?» «Preferirei cantare l’alleluia nuda sul ponte di Londra nell’ora di punta»

L’unica pecca di questa bella storia natalizia, firmata Sarah Morgan (autrice della trilogia dei Fratelli O’Neil, di cui vi ho parlato lo scorso Natale), è la brevità: ci si imbatte in Meg e Luca giusto un attimo prima che la scintilla esploda, mentre i mesi trascorsi dal loro primo incontro sono raccontati di sfuggita, senza coinvolgere davvero in essi, quasi non fossero stati abbastanza da raccontarli. E non è così, perciò mi sarebbe piaciuto leggerli, quei momenti, e veder svelati poco a poco i retroscena del passato di Meg e di quello di Luca. Magari bastava far partire la storia un po’ prima, magari un mese… Sono convinta che ne avrebbe guadagnato in coinvolgimento. Ma, ma, ma… devo dire che quella di Meg e Luca è lo stesso una bellissima storia, dolce, romantica e giusta per le feste di Natale!

(È anche piccante, leggermente, ma non ditelo a nessuno!)


E per voi qual è la combinazione perfetta per trascorrere queste fredde giornate?

Federica 💋

#LakeDistrict #Undottoresottolalbero #Natale #amore #Inghilterra #recensione #SarahMorgan #libri

0 commenti