OnRainyDays_edited.jpg
  • fedecaglioni

[Review Tour] “Insertion – L’oscuro potere” di Grazia Cioce

Buongiorno a tutti!

Oggi ho il piacere di poter partecipare a questo Review Tour dedicato al primo volume della trilogia di Grazia Cioce! Nelle prossime settimane avremo modo di conoscere anche gli altri volumi, ma adesso partiamo con l’inizio della storia.

Ovviamente, un sentito grazie alla casa editrice per la copia digitale del romanzo!


Insertion: L'oscuro potere (Trilogia della Mutagensi Vol. 1) di [Grazia Cioce]

Kimberly Spencer è una psichiatra e vive in uno dei Nuovi ricostituiti Stati d’America, il Capitolo di New Lighthouse, il Nuovo Faro per il mondo. In una società divisa tra human e mutazioni di tipo A o B, gli uni più veloci e gli altri più forti dei comuni esseri umani, Kimberly è un enigma per se stessa e per chi le è accanto, perché è una nuova mutazione. Un mistero si cela nel suo DNA e scorre nelle sue vene come un oscuro potere che può distruggere, ma anche salvare. In un viaggio fatto di scoperte e colpi di scena, Kimberly scoprirà che non tutto quello che è diverso è necessariamente negativo e che nel mondo c’è ancora spazio per la speranza: l’agente capo del SAM Uno, Aaron Smith, le insegnerà che il coraggio è, prima di tutto, accettazione di chi si è, con semplicità e naturalezza e che l’amore, senza riserve, è ancora possibile. Il suo migliore amico, Greg, le proverà che il coraggio è darsi completamente per il bene di chi si ama. Molti misteri si insinuano nella sua vita: perché David, il suo ex compagno, ha ucciso suo padre e la perseguita? Cosa vuole la MMGI, l’organizzazione a favore delle Mutazioni, da lei? E, in questo scontro tra la Repubblica e l’MMGI, tra gli human e le mutazioni, con chi si schiererà Kimberly se nulla è ciò che sembra? Se l’uomo che ama e l’uomo che ha amato lottano, l’uno contro l’altro, per il suo cuore e la sua libertà? Un viaggio tra pericoli, azione e amore. Un viaggio nella diversità che porterà Kimberly a spingersi oltre la sua zona protetta.

Tra duecento anni, la realtà per come la conosciamo oggi non esisterà più, scomparsa in seguito a delle mutazioni genetiche causate dal vaccino contro l’aviaria che, senza conoscerne il motivo, ha portato a due alterazioni genetiche: la mutazione A, con individui più veloci del normale, e la mutazione B, che rende fisicamente più forti. Dopo due secoli, il mondo è diviso tra humans (noi, per intenderci) e mutazioni (A o B, senza distinzioni), tra la Repubblica e i mostri da tenere segregati e analizzati. E poi c’è la dottoressa Kimberly Spenser. Figlia dell’ex ministro della sanità, assassinato per mano del suo fidanzato David, Kimberly nasconde un segreto. Un mostro alberga dentro di lei, un drago oscuro e assetato che fa di lei una mutazione. Ma non di tipo A, né di tipo B. Lei possiede un’abilità mai vista prima, ma, come figlia dell’ex ministro (anti mutazioni, più che della sanità, mi vien da dire) e nipote di quello attuale, il segreto che si cela nel suo DNA deve restare tale, persino per lei. E ci riesce, almeno finché non si imbatte in Aaron Smith.

Mi guardo attorno mentre rallento impercettibilmente: la città sta cambiando. Cambia forma, con i nuovi palazzi voluti dal Consiglio dei Capitoli; cambia l’anima, con la paura, sempre più diffusa, di ciò che accade. È cambiato persino il vento che soffia sulla mia pelle; non più rinnovamento, né energia, ma sospetti e paure.

All’inizio, Aaron è solo un volto che Kimberly incrocia durante la sua corsa serale, ma una sera una misteriosa aggressione li fa incontrare e quando l’oscuro potere di Kimberly (così chiama l’abilità data dalla sua mutazione) salva la vita di Aaron, in apparenza senza che lui ne sia consapevole, i due finiscono per intrecciare i loro cammini. Un evento a dir poco pericoloso. Perché Aaron non è solo un miliziano, un agente della polizia della Repubblica, ma è anche l’agente capo della SAM uno, la squadra antimutazioni, un vero nemico per l’incolumità di Kim. Eppure, qualcosa in lui la tranquillizza, la spinge a fidarsi di lui e, quando Aaron le chiede di entrare a far parte della sua squadra per fermare i recenti attacchi del MMGI, lei accetta, nonostante il buon senso e la logica vorrebbero altrimenti.

La Repubblica ci ha abituati a questo, a guardarci attorno con sospetto, ad avere timore di chi è diverso. A denunciarlo per vivere sereni. A vivere con terrore. Ed è la stessa cosa che faccio io, mi stringo la borsa in spalla ed evito di parlare con chiunque, nella speranza di passare inosservata.

Insertion – L’oscuro potere apre la Trilogia della Mutagenesi di Grazia Cioce con un mix esplosivo tra distopico, romance, fantascienza e paranormal che regala attimi di azione e intrighi dall’inizio alla fine del volume, e anche oltre. La cornice della storia, questa sconvolgente mutazione derivata da un vaccino sbagliato e che ha portato a una guerra mondiale, è un pretesto narrativo attualissimo, all’interno del quale si incastra l’unicità della protagonista, un psichiatra che aiuta i parenti delle mutazioni a risolvere i problemi derivati dal biasimo sociale e a superare con l’inevitabile ostracismo delle persone. Kimberly è una protagonista fragile, spezzata dalla sua duplice vita di “finta human” e di mutazione, che però dimostra una volontà incrollabile di aiutare il prossimo, sia come dottoressa, sia con quella maledizione che crede alberghi dentro di lei. Benché appaia stabile, vive una vita sul filo del rasoio, preoccupata di essere un giorno scoperta e di mettere in pericolo le persone a cui tiene perché David non ha ancora rinunciato a lei. Finché Aaron, miliziano sicuro di sé e incapace di stare lontano da Kimberly (cosa reciproca, tra l’altro), non entra nella sua vita e la coinvolge nelle operazioni della sua squadra, scatenando un intenso groviglio di emozioni che la portano a sperare in un futuro dove, anche per lei, la felicità è a portata di mano. Questa coppia di comprotagonisti è ben articolata, funzionano benissimo insieme e la natura a volte impulsiva di lei fa emergere l’altruismo immenso di questo agente tutto d’un pezzo, il cuore immenso che possiede e che lo rende una vera rivelazione.

Il cuore respira gioia per un momento, gioia pura, di quell’aroma che ti fa pensare che tutto sia possibile. Inspiro speranza, ma espiro, subito dopo, la realtà. Scosto gli occhi dai suoi, non credo di riuscire a mentirgli guardandolo in faccia.

Narrato attraverso la voce di Kimberly, Insertion è un romanzo che cattura e dal quale, personalmente, ho fatto fatica a staccarmi. La narrazione fluisce, intriga e porta a scoprire un po’ le carte di questo mondo sconvolto e diffidente, accecato dalla paura e incapace di giudicare le persone per chi sono davvero e non in base al loro pool genico – un mondo che, purtroppo, è anche il nostro, senza scomodare una realtà distopica. Una lettura nella quale non si riesce a non sentirsi coinvolti e con un finale bomba, sconvolgente abbastanza da prendere subito in mano il volume successivo.

Giovedì prossimo parleremo del secondo volume (non vedo l’ora!), ma dopo questa mia recensione, non perdetevi anche gli altri appuntamenti che dedicati a questo libro e dei quali vi lascio il calendario:

Federica 💋

#paranormalromance #InsertionLoscuropotere #GenesisPublishing #LaTrilogiadellaMutagenesi #ReviewTour #distopico #GraziaCioce #recensione #libri

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti