OnRainyDays_edited.jpg
  • fedecaglioni

[Recensione] “Frammenti di noi” di Susy Tomasiello

Buongiorno 😊

Come vi dicevo venerdì, oggi esce Frammenti di noi di Susy Tomasiello e io vi posso già parlare di questo bellissimo romanzo con il review tour!

Ma prima, un grazie alla casa editrice e all’autrice è dovuto per la copia ARC!


Carol Walker lavora come addetta marketing a Londra, ama il suo lavoro ed è soddisfatta della sua vita. Un giorno, come un fulmine a cielo sereno, le arriva una telefonata che farà crollare tutte le sue certezze. Per onorare la memoria di Rosie, una nonna per lei, vola a Pettersbeet, un luogo che non vede da nove anni e dal quale è fuggita dopo la morte dei suoi e il tradimento di Jake Turner. Rivederlo dopo tanto tempo è come un colpo al cuore, lui le ha fatto tanto male eppure è il nipote di Rosie e se vuole tenere fede all’impegno con la donna che le è sempre stata accanto, dovrà sopportare anche la presenza dell’uomo che, nonostante tutto, non ha mai dimenticato.

Carol Walker vive a Londra, è una pubblicitaria affermata e ha una relazione, praticamente senza un vero scopo, con Gary, interessato alla propria carriera come lei, invece che al loro rapporto. Tutto nella vita di Carol va a gonfie vele, insomma, almeno finché una chiamata non la mette di fronte a una notizia che le sconvolge la vita, un fulmine a ciel sereno che mette in discussione gli ultimi nove anni trascorsi in Inghilterra. Perché, all’improvviso, il passato torna a farle visita sotto forma di un testamento, le ultime volontà di Rosie Turner, una signora che per lei era come una nonna e che l’ha voluta riportare a Pettersbeet per sapere perché, dopo un’assenza così grande, anche lei sia stata inclusa nel suo testamento. Ma Carol in quel paesino non ci vorrebbe proprio tornare, perché farlo vorrebbe dire ritrovare tutte le persone che ha lasciato dietro di sé, soprattutto colui che le ha spezzato il cuore. Ma per Rosie, e per mettere a tacere il senso di colpa, farebbe di tutto, anche tornare nella sua vecchia casa.

Il mio viso deve essere un disastro in questo momento, ma per la prima volta dopo tanto tempo non ho voglia di prendere lo specchio e rifarmi il trucco. In questo momento non m’interessa come appaio perché mi sento a terra e non c’è niente che possa aggiustare le cose.

Jake Turner ha perso sua nonna, la donna che lo ha aiutato a capire cosa fare della sua vita e che, benché di tutt’altra opinione, lo ha sostenuto negli alti e bassi di quei nove anni così difficili. Per lui era un’ancora e un modello, eppure la guarderebbe male se potesse perché, come ha indicato nel suo testamento, ha riportato Carol Walker in città, la donna che ha amato con tutto sé stesso e che ha fatto fuggire tradendo la sua fiducia. Ma il peggio avviene alla lettura delle ultime volontà della nonna perché, per farle rispettare e realizzare il suo grande sogno come veterinario, dovrà passare due mesi con lei sotto lo stesso tetto. Impossibile, ma Carol, sorpresa delle sorprese, accetta. Eppure la convivenza non è facile, per niente. Passato e presente si intrecciano, riportano alla luce sentimenti, eventi e ricordi che entrambi, Carol e Jake, credevano, ma soprattutto speravano, di aver dimenticato, per poter cancellare tutto il dolore vissuto da tutti e due, scatenato da eventi che, forse, sono diversi da ciò che appaiono.

Non dovrebbe interessarmi il dolore che traspare dal suo viso, eppure mi colpisce in pieno stomaco perché contrariamente a ciò che dice, lui sa benissimo quanto posso capirlo adesso. Anch’io ho perso due persone care e lui c’era quel giorno.

La verità è che davvero non ho bisogno di alcuna incisione, mi basta sapere che i nostri cuori viaggiano allo stesso passo e a giudicare da come battono forte l’uno contro l’altro è impossibile sbagliare. Siamo uniti e sono certa che sarà così per sempre.

Ho letto tutto d’un fiato questo romanzo, lasciandomi trasportare dai suoi sentimenti tanto forti quanto delicati. È una lettura che, nelle sue prime battute (come pretesto narrativo) mi ha ricordato tantissimo Il meglio di me di Nicholas Sparks (di cui, eresia, ho visto solo la trasposizione cinematografica 🙈). Ma pur partendo da un’idea che mi ha fatto pensare a quella storia, sono rimasta piacevolmente colpita dalla dolcezza della narrazione, resa ancora più speciale dagli spezzoni in cui Jake e Carol sono bambini e poi adolescenti, perché crea un legame speciale anche con noi lettori, dandoci modo di vedere come ha avuto inizio un sentimento così totalizzante come quello dei protagonisti creati da Susy in Frammenti di noi. Una menzione particolare, e speciale, va fatta poi per nonna Rosie, questo personaggio assente fisicamente ma centrale in tutto il libro, una nonnina che personalmente ho adorato pur nel suo non esserci e che rende ancor più magica questa storia.


Ma ditemi: vi ispira la storia? Lo leggerete?

Fatemi sapere Federica 💋

#MoreStories #ReviewTour #contemporaryromance #Frammentidinoi #recensione #SusyTomasiello #libri

0 commenti