top of page
  • Immagine del redattorefedecaglioni

[Recensione] “Cour des Revenants” di Amanda Fall

Buongiorno!

Oggi vi porto alla scoperta di un romanzo dark fantasy ambientato e non a Londra alternativa alla fine del 1800. Insomma un'epoca storica, un luogo e un genere che personalmente adoro e che mi hanno fatto scoprire in Cour des Revenants di Amanda Fall un primo volume di una trilogia da leggere sicuramente. Grazie a Words Edizioni per la copia digitale del romanzo.

Cover

Titolo

Cour des Revenants

Autore

Amanda Fall

Saga

Holland Academy #1

Editore

Words Edizioni

Pubblicazione

Aprile 2024

Genere

Dark fantasy, storico

Formato

Cartaceo (15,90€) ~ Digitale (2,69€)

Pagine

434

Acquisto

Lena Blake è una Hunter, sicario arruolato tra le fila della Holland Academy. La secolare accademia ha il compito di epurare l’umanità da tutto ciò che di demoniaco esista in natura. Il suo compito è stroncare un’antica dinastia di vampiri, protetta dalla leggendaria Cour des Revenants: è l’occasione che attendeva da tempo per poter finalmente vendicare la morte della madre. Nicholas Artois, vampiro e principe della Cour des Revenants, ha ricevuto dal padre un incarico: uccidere il sicario della Holland Academy, dopo che gli Hunter hanno scoperto dell’esistenza della Corte. È la sua unica opportunità per fare breccia nell’animo del genitore e dimostrarsi suo degno erede.


Il cuore pulsante di una Londra oscura come non mai si prepara ad accogliere una guerra senza pari, anche se la speranza di un mondo di pace esiste ed è racchiusa in un siero che Lena stessa beve e che è in grado di trasformarla nell’aspetto e nello spirito. E quando nel cuore di Hyde Park Lena salva il giovane Elios Turner, innamorandosene, non sa che, in realtà, lui nasconde un segreto che cambierà tutto. 

greca

In un mondo in cui i mostri esistono e infestano la terra per cibarsi degli esseri umani, esiste anche una categoria di persone destinate a combatterli e a proteggere tutti coloro che non possono opporsi all’oscurità. Costoro sono per metà umani e per metà demoni, individui in cui il potere si manifesta con un’iride diversa dall’altra, la colorazione più accentuata e pulsante simbolo del loro appartenere a entrambi i mondi e per questo gli unici in grado di opporsi a coloro che danno loro la caccia come fossero semplici prede.

Marlena “Lena” Blake è una di loro, da sette anni impegnata nella caccia ai mostri per la Holland Academy come Echo, la carica riservata ai cacciatori, i dispensatori di morte per tutti i demoni e coloro che rischiano la vita per salvare l’umanità. Ma Lena è anche la migliore, la più spavalda e precisa nel portare a termine le proprie missioni, anche a costo di correre più rischi del necessario. Qualcosa che i suoi due migliori amici Spyro e Violet, la sua famiglia acquisita in accademia, continua a ricordarle, nonostante lei si dimostri troppo testarda per ascoltarli.

Sarà la sua determinazione a spingere il Prevosto a capo della Holland Academy ad affidarle una missione segreta e davvero pericolosa, una alla quale in tanti hanno lavorato e tutti hanno fallito: rintracciare l'ingresso e distruggere la Cour des Revenants, la corte dei redivivi, il luogo leggendario in cui dimorano i vampiri e i loro sudditi.

Nicholas Artois, erede al trono della corte oscura che dimora sotto Londra, lotta da sempre per ottenere il riconoscimento paterno, un cenno del suo affetto che mai riesce a conquistare. E mentre la fama di principe svogliato e superficiale lo circonda, il re gli affida una missione di vitale importanza: rintracciare la Echo incaricata di distruggere la corte e ucciderla. Nicholas non può tirarsi indietro, a maggior ragione quando, dopo il primo loro scontro, Miss Blake si rivela essere un avversaria ben diversa da quanto immaginato all’inizio, una nemica da odiare e da distruggere prima che sia troppo tardi.

Libreria

Tra Lena e Nicholas l’odio cresce e mette radici man mano che le settimane si susseguono e i loro incontri diventano sempre più violenti, una lotta impari che porterà l’Echo, i suoi amici e gli altri cacciatori della Holland Academy a vivere uno scontro cruento, dove le morti si susseguono senza fine e dove occorre utilizzare armi sempre più ingegnose per far perdere la bilancia a favore di una o dell’altra fazione.

Cour des Revenants, primo volume di una trilogia dark fantasy narrata in terza persona con più punti di vista, è un romanzo fatto di immedesimazione storica ben riuscita, di magia e di racconti dell'orrore mescolati insieme in modo ben riuscito grazie allo stile dettagliato ma non stancante dell’autrice. Ci ritroviamo a fare un salto nella Londra di fine Ottocento, tra le sue atmosfere cupe che ben si adattano ai racconti di paura con i mostri classici dell’immaginario Romantico, ma anche con quelli meno conosciuti del folklore, in una sequenza di eventi che tiene incollati alle pagine e trascina verso un finale che fa tremare le ginocchia per l'incertezza di ciò che può accadere ai suoi protagonisti.

I principali, nonché i punti di vista più frequenti, sono Lena e Nicholas ed entrambi si collocano agli antipodi del mondo che li accomuna, una divisione insormontabile che tuttavia è anche ciò che li rende molto simili sotto certi punti di vista. Tutti e due infatti hanno un rapporto conflittuale con chi è al comando, tutti e due dimostrano abilità superiori e una determinazione che va ben oltre quella dimostrata da chiunque altro. infine, aspetto davvero importante, entrambi hanno alle spalle una vita fatta di sofferenze, di morte e di segreti che li porta inevitabilmente a scontrarsi e a nutrire l'uno per l'altra un odio impossibile da scacciare. Fortuna che, nelle loro singole esistenze, possiedono dei legami capaci di dar loro un senso. Per Nicholas è Ignis, fratello di sangue e suo migliore amico, un vampiro dei compiti misteriosi che rappresenta anche il vero punto di riferimento di questo principe solitario. Per Lena sono Spyros e Violet, lui Delta (cioè tutti coloro che sono metà demone e metà umano ma non possiedono abbastanza poteri) e lei ufficiale della Holland Academy, la sua famiglia e coloro per i quali farebbe di tutto pur di tenerli al sicuro. Ai quali aggiungere Elios Turner, giovane borghese incontrato e salvato per caso, un uomo per il quale Lena inizia a provare sentimenti fino a quel momento seppelliti in profondità e che le fanno desiderare qualcosa di inconcepibile: mollare la Holland Academy e costruirsi una vita diversa con Elios.

Nonostante il grande segreto di Mr Turner sia stato per me evidente fin quasi dall’inizio, è stato davvero interessante scoprire le ragioni che lo portano ad avere questo segreto, oltre a come la sua scoperta cambierà le carte in tavola non solo per lo stesso Elios, ma anche per Lena e Nicholas, e per tutti coloro che sono coinvolti nello scontro tra cacciatori e demoni, in una lotta che finirà col sovvertire le certezze dei due protagonisti.

Cour des Revenants è una lettura che lascia la voglia di scoprire cosa succederà in seguito, di vedere come questi due improbabili antagonisti, ma irrimediabilmente attratti l’uno dall’altra, si comporteranno una volta scoperte le carte tra loro e gli intrighi che vengono mossi tanto all'interno della corte quanto dell’accademia, in uno scontro che minaccia di essere soltanto agli inizi.

voto

Federica 💋

Comments


bottom of page