top of page
  • Immagine del redattorefedecaglioni

Titans (1ª Stagione)

Buongiorno e buon Lunedì 😊

La settimana riparte con le recensioni e questa, nonostante il mio amore incondizionato per la Marvel, riguarda una serie targata DC e Netflix.


Titolo Titans Ideatori Akiva Goldsman, Geoff Johns, Greg Berlanti Soggetto Robert Haney e Bruno Premiani Paese Stati Uniti d’America Anno 2019— Genere Supereroi, azione, fantastico Stagioni 1 Episodi 11 Lingua Inglese Cast Brenton Thwaites, Anna Diop, Teagan Croft, Ryan Potter, Alan Ritchson, Minka Kelly, Curran Walters, Conor Leslie, Alain Moussi, Lindsey Gort, Seamus Dever, Rachel Nichols


Nell’universo alternativo della DC, a qualche chilometro di distanza da Gotham City, il detective Dick Grayson cerca di far rispettare la legge come meglio può.

Ma quando questa risulta impotente di fronte ai crimini, è Robin, la spalla di Batman, a farsi avanti, risolvendo ciò che polizia e politici non riescono ad affrontare. In un mondo in cui gli eroi hanno comportamenti che sfociano nell’illegalità e nella crudeltà, la vita (a)normale di Grayson/Robin viene presto sconvolta dall’incontro con una misteriosa ragazzina, Rachel, inseguita da dei fanatici religiosi perché convinti che lei porterà il male sulla Terra. Salvata da un primo attacco, i due si ritrovano coinvolti in un intrigo che vede al centro Rachel e la sua misteriosa famiglia, costretti a viaggiare e a allargare il proprio gruppo quando degli psicopatici assassini si mettono sulle loro tracce. Ad aiutarli si aggiungono Koriand’r, una donna senza memoria che sa solo di dover cercare Rachel e capace di generare delle fiamme dal proprio corpo, e Gar, un ragazzo in grado di trasformarsi in tigre dopo essere stato esposto ad alcune radiazioni. Tutti insieme, nel tentativo di mettere al sicuro la loro amica dalla minaccia che incombe su di lei, si troveranno ad affrontare nuovi nemici ma anche il loro stesso passato, cercando di dare un senso alle loro esistenze, al loro essere un gruppo e al destino che li attende. Contrariamente alle serie e ai prodotti Marvel, quelli tratti dai fumetti DC hanno sempre un carattere indipendente e slegato tra loro, ma non perché siano effettivamente autonomi rispetto agli altri. In questa serie, infatti, credo vengano citati diversi personaggi di Gotham, serie incentrata sul detective che assiste Batman nel suo ruolo di vigilante, ma sono citazioni che lasciano il tempo che trovano, soprattutto perché accennano a fatti magari centrali per il personaggio ma senza approfondirli come invece dovrebbero. Su questa serie, ma non solo in questa, aleggia un alone di elementi non detti e che vengono dati per scontati, come se lo spettatore già dovesse esserne a conoscenza.

Questo, per me, è un grande punto a sfavore, perché per metà stagione ho dovuto metterne insieme i pezzi e quando ho iniziato a godermela era già al terzultimo episodio… Un elemento che invece mi è piaciuto parecchio, e che differenzia i prodotti DC da quelli Marvel, è il lato ombroso e “cattivo” dei personaggi, soprattutto di quelli principali. Diversamente dai supereroi di cui vi ho sempre parlato, questi presentano un carattere meno idealistico e più terra terra, commettono errori e si lasciano andare alla violenza quando da loro ci si aspetterebbe un comportamento impeccabile e attento all’incolumità degli altri. I film ma anche le serie tv di casa Marvel hanno sempre un carattere più idilliaco nel descrivere la figura dell’eroe e dei suoi poteri; anche quando sbagliano, si trova sempre il modo di enfatizzarne la natura come necessaria, magari risultando un po’ meno credibili di quello che sarebbe in realtà. Qui, invece, i quattro protagonisti non sono esenti da comportamenti riprovevoli, sbagliano, fanno cose orribili e hanno atteggiamenti che, per un supereroe classico, sarebbero più adatti a un cattivo che non all’eroe della situazione. Questa attenzione al lato umano dell’eroe, al suo essere imperfetto, è il punto di maggior forza della serie, unito a una trama generale che si fa interessante di puntata in puntata e che raggiunge l’apice nell’ultimo episodio. Questo si chiude con un colpo di scena incredibile, spiazzando e lasciando la voglia di una seconda stagione da vedere tutta d’un fiato!

Forse, e ne sono consapevole, dovrei guardare le altre serie della DC per godermi appieno questa e magari, con più tempo, lo farò! Voi ne conoscete qualcuna? Suggerimenti da quale partire?

Nel frattempo, aspetto con ansia la seconda stagione di Titans!

Grazie per essere passati a leggermi e, vista quasi l’ora, buon pranzo e buon pomeriggio! Federica 💋

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

The Boys

Comments


bottom of page