OnRainyDays_edited.jpg
  • fedecaglioni

[Segnalazione] B-Loved Series di P.D. Blacksmith

Ciao lettori!!

Finalmente oggi è venerdì e questa settimana per me lunghissima si chiude con un’altra segnalazione! Questa volta si tratta di un’intera serie.


24129110

Belinda ha diciannove anni, vive a Marsiglia, ed è una ragazza piuttosto inquieta: è un’acrobata del parkour, un asso nel lancio dei coltelli e ha un talento naturale per mettersi nei guai. Dopo essersi fatta coinvolgere in una rapina con una banda di ladruncoli, ha bisogno di cambiare aria e non trova migliore rifugio che la casa del padre, nella sonnacchiosa Trento. Ma i cieli azzurri, i laghi cristallini e le cime innevate di un panorama da favola celano molto più di quanto sembra. Anche i ragazzi che conosce – biondi, muscolosi, tatuati e appassionati di arrampicata – hanno qualcosa di strano. In più, la città è sconvolta da una serie di suicidi, le cui giovani vittime, come in un tragico rituale, cercano la morte nell’acqua. Ben più di una semplice coincidenza. Così la pensano anche Micha, il leader del gruppo, più biondo e più bello di tutti, e Detlev, suo fratello adottivo, sfuggente e misterioso. Ma chi sono davvero i ragazzi delle montagne? Perché vivono isolati sulle vette? Che cosa le vogliono dire? Davanti a Belinda si sta per spalancare un mondo del tutto nuovo, popolato da creature straordinarie pronte a sconfiggere il male. Un mondo dove tutto ha due facce, anche l’amore, e Belinda sarà costretta a scegliere senza fare errori.


29367891. sy475

Dopo l’epica battaglia del Castello, in cui anguani e cermanni hanno sconfitto i naguish, Belinda si trova convalescente a casa del padre. Vive un’intensa storia d’amore con Detlev, ma non sa che il suo destino è già segnato e nessuno può fermare il processo inesorabile che lo riporterà alla sua natura originaria di anguano. Le Madri del Sangue, le mostruose anguane bianche custodi della stirpe sono venute a riprenderselo e con lui spariranno nelle profondità del lago. La sola cosa che salva Belinda dalla disperazione è il pensiero di ritrovare Detlev, di rivederlo un’ultima volta prima che la muta sia completa, prima che l’amore della sua vita la dimentichi per sempre. Ma la leggenda parla di una maledizione antica che colpisce le ragazze che s’innamorano delle creature d’acqua… e in questa ricerca il rischio per Belinda è di smarrire se stessa.


È più forte l’amore o la magia? Per Belinda, la sua intensa storia con Detlev è finita quando la ragazza si è trovata davanti alle Maghe anguane, immerse nel sangue. Il loro rito magico ha neutralizzato la maledizione che la stava uccidendo, ha spezzato per sempre il legame d’amore con Detlev e ne ha cancellato ogni ricordo dalla sua mente. Detlev invece ricorda tutto, ma il suo corpo ora è quello di uomo serpente, il suo mondo è l’acqua. Perciò ha lasciato Belinda a Micha suo amico fraterno. Ora può solo spiarla di lontano, in segreto. L’estate dei vent’anni e un lago alpino. Amici, amori, feste sulla spiaggia. Sarebbe tutto perfetto se non fosse che Avval, il sanguinario signore del Male, è tornato dall’ombra e possiede ora un potere spaventoso. Per i Silvani, custodi dell’armonia delle Alpi, e i loro alleati umani sono molti i conti da chiudere e le morti da vendicare, ma le armi che hanno funzionato contro Avval, ora sono inutili. La terra trema sotto il suo attacco: la speranza è perduta, la fine è vicina. Uno ad uno, la scia di morte minaccia di travolgere tutti. CANTO DELL’ACQUA, capitolo conclusivo della saga low fantasy B-LOVED, fonde thriller e romance in una storia travolgente e sensuale, svela i misteri in una serie di colpi di scena e tiene col fiato sospeso fino all’ultima pagina.

Acquisto


L’autrice

P.D. Blacksmith è lo pseudonimo di due autrici trentine che, dopo un’epoca di viaggi e studio, hanno sentito il call of the wild delle montagne. E in Trentino hanno trovato lo scenario ideale per la loro creatività. Sono due sorelle. Ma diverse, diversissime. Se fossero due automobili una sarebbe una Chrysler e l’altra una Lamborghini, se fossero due dessert una sarebbe una crostata di mele e l’altra un tartufo al cioccolato… ci siamo capiti. Forse proprio questa diversità rende possibile la dea Kalì della scrittura a quattro mani: una divinità di distruzione creativa o creazione distruttiva? Loro dicono che sono fasi alterne del lavoro a due. Decidono di scrivere insieme in una sera di nebbia e gelo, mentre camminano lungo il lago di Castel Toblino, uno dei posti più magici del Trentino. Nel momento in cui si sono accese le luci del castello, ecco, là hanno pensato che la loro storia doveva essere un fantasy. Le Blacksmith amano la musica e la danza: balli di altri luoghi e di altri tempi, musica elettronica per meditare, prog rock quando cucinano. Riguardo allo pseudonimo pensano che non è tanto questione di creare mistero ma piuttosto di darsi libertà: tu non sei i tuoi personaggi, ma i tuoi personaggi sono te, dice Carver. Perciò le Blacksmith preferiscono che a parlare di loro siano le loro creature.

Contatti

Facebook ~ Instagram

#PDBlacksmith #Romance #BLoved #Abisso #segnalazione #Blovedseries #Cantodellacqua #GiuntiEditore #fantasy

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti