top of page
  • Immagine del redattorefedecaglioni

Legends of Tomorrow [1ª Stagione]

Buongiorno 😊

E ben arrivato Dicembre! Sembra ieri che è iniziato il 2019 ma siamo già quasi alla fine… mi è letteralmente volato quest’anno! E di tempo che vola si parla anche nella serie di oggi.


Titolo Legends of Tomorrow Ideatori Greg Berlanti, Marc Guggenheim, Andrew Kreisberg, Phil Klemmer Paese Stati Uniti d’America Anno 2016 — Genere Avventura, azione, drammatico, fantascienza, supereroi Stagioni 4 Episodi 67 Lingua Inglese Cast Caity Lotz, Brandon Routh, Dominic Purcell, Victor Garber, Arthur Darvill, Franz Drameh, Wentworth Miller, Ciara Renée, Falk Hentschel, Casper Crump, Martin Donovan



Vandal Savage minaccia il futuro del Signore del Tempo Rip Hunter, ma non solo il suo, perché la sua vita millenaria è legata alle esistenze di Kendra e Carter, reincarnazioni di una gran sacerdotessa egizia e del suo faraone, costretti a morire e rinascere finché non avranno posto fine alla vita del loro più grande nemico: Vandal Savage! Costretto a una caccia attraverso il tempo, Rip Hunter mette insieme una squadra di “Leggende”, supereroi che saranno famosi per aver salvato il futuro. Solo che Sarah Lance, Ray Palmer, Martin Stein, Jefferson Jackson, Kendra Saunders, Carter Hall, Mick Rory e Leonard Snart non sono esattamente gli eroi della situazione; anzi, nelle loro rispettive città sono le spalle, se non i cattivi, e Rip ha bisogno di loro perché sono, beh, sacrificabili e una loro scomparsa non segnerà molto la linea temporale.

Prendendo tutti i personaggi secondari dell’Arrowverse, introdotti in Arrow e The Flash, questa serie si struttura come un prodotto a sé stante e contemporaneamente come un ulteriore tassello della macro-narrazione che unisce tutte le serie. È necessario, quindi, aver visto sia la serie di Oliver Queen (Arrow) sia di Barry Allen (The Flash), ricordando tutti i dettagli, e nel frattempo continuare a guardare la quarta e seconda stagione delle serie maggiori (credo siano queste, ma correggetemi se sbaglio 😉). Quello che ne risulta è un prodotto un po’ anonimo e ancora dipendente da quelle serie da cui si è staccato, dove l’inseguimento a Vandal Savage si perde nelle trame da tenere a mente, nell’idea che, da sé, la serie è un po’ lenta e poco interessante. I personaggi, se nell’Arrowverse avevano un ruolo, qui si trovano spaesati, devono riscrivere loro stessi e questa, forse, è la parte che più mi è piaciuta, perché da spalle e cattivi trovano un ruolo centrale e funzionale rispetto al resto del gruppo. Si fanno “eroi”, a modo loro, ed è diverso vedere un gruppo di eroi e non solo un supereroe, circondato da un gruppo di supporto che, ovvio è importante, ma non ha mai una rilevanza centrale.

Qui ci sono scontri, disaccordi, ma comunque alla fine il bene del futuro (e delle persone) trionfa, riportando l’unità dove non sembrerebbe esserci. Insomma, mi sarei aspettata una serie un po’ autonoma, certo con riferimenti a ciò che è avvenuto prima ma non così dipendente da ciò che c’è stato nelle altre serie. Sembrava ci potesse essere un passaggio di testimone, ma non mi sembra sia riuscito più di tanto…

Ecco una serie DC che non continuerò! Anche a rischio di non capire dei particolari nelle prossime stagioni 😅 Voi la conoscete?

A domani Federica 💋

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

The Boys

Comments


bottom of page