top of page

Il Ciclo dell’Eredità

Buon Sabato a tutti! Com’è andata la vostra settimana? E per gli studenti: come sono stati i primi giorni di scuola? Io li ho sempre trovati durissimi, perché vorresti ancora startene in vacanza…

Avendo finito tre anni fa non ho più quest’ansia da rientro, ma ho pensato lo stesso a cosa facevo io i primi giorni del nuovo anno scolastico e mi sono resa conto che non sono mai stata in classe. C’ero fisicamente, quello sì, ma la mia testa era altrove… E se si parla di altrove non può essere altro se non un libro, o una serie di libri 😏

Oggi voglio raccontarvi proprio di alcuni di quei libri che mi hanno tenuta lontana dai banchi almeno per 7 giorni. 


3601652-decorative-elements-border-and-page-rules

TitoloEragon (Il Ciclo dell’Eredità #1) Autore: Christopher Paolini Editore: BUR Rizzoli Anno: 2009 Pagine: 593 Trama: Un ragazzo. Un drago. Un mondo di avventure. Quando Eragon trova una liscia pietra blu nella foresta, è convinto che gli sia toccata una grande fortuna: potrà venderla e nutrire la sua famiglia per tutto l’inverno. Ma la pietra in realtà è un uovo. Quando si schiude rivelando il suo straordinario contenuto, un cucciolo di drago, Eragon scopre che gli è toccata in sorte un’eredità antica come l’Impero. Forte di una spada magica e dei consigli di un vecchio cantastorie, dovrà cavarsela in un universo denso di magia, mistero e insidie, imparare a distinguere l’amico dal nemico, dimostrare di essere il degno erede dei Cavalieri dei Draghi…


TitoloEldest (Il Ciclo dell’Eredità #2) Autore: Christopher Paolini Editore: Fabbri Anno: 2005 Pagine: 803 Trama: Eragon e il suo drago Saphira hanno appena salvato la città dei ribelli dall’assalto dello sterminato esercito di re Galbatorix, il crudele reggente dell’Impero. Ora Eragon deve mettersi in viaggio per raggiungere Ellesméra, la terra degli elfi, dove proseguirà il suo apprendistato nell’arte della magia e della spada, abilità vitali per un Cavaliere dei Draghi. È un viaggio affascinante, ricco di avventura, costellato da incontri con personaggi che incutono rispetto e visite a palazzi solenni. Tranelli e tradimenti lo attendono a ogni angolo: capire di chi fidarsi sarà per Eragon la prova più difficile… 


TitoloBrising (Il Ciclo dell’Eredità #3) Autore: Christopher Paolini Editore: Rizzoli Anno: 2008 Pagine: 838 Trama: La terribile battaglia delle Pianure Ardenti nelle ultime pagine di “Eldest” ha mostrato non solo le reali forze dell’esercito dell’Impero ma anche la debolezza dei Ribelli. Purtroppo Eragon e Saphira non possono tornare subito nella terra degli elfi a completare il loro addestramento: prima di tutto bisogna strappare Katrina dalle mani di Galbatorix… Christopher Paolini ci conduce di nuovo nella terra dove i draghi esistono, dove la magia è l’unica speranza di umani, elfi e nani contro tiranni e creature demoniache.


TitoloInheritance (Il Ciclo dell’Eredità #4) Autore: Christopher Paolini Editore: Rizzoli Anno: 2011 Pagine: 834 Trama: Sembrano appartenere a un’altra vita i giorni in cui Eragon era solo un ragazzo nella fattoria dello zio, e Saphira una pietra azzurra in una radura della foresta. Da allora, Cavaliere e dragonessa hanno festeggiato insperate vittorie nel Farthen Dûr, assistito ad antiche cerimonie a Ellesméra, pianto terribili perdite a Feinster. Una sola cosa è rimasta identica: il legame indissolubile che li unisce, e la speranza di deporre Galbatorix. Non sono gli unici a essere cambiati: Roran ha perso il villaggio in cui è cresciuto, ma in battaglia si è guadagnato rispetto e un soprannome, Fortemartello; Nasuada ha assunto il ruolo di un padre morto troppo presto; il destino ha donato a Murtagh un drago, ma gli ha strappato la libertà. E ora, per la prima volta nella storia, umani, elfi, nani e Urgali marciano uniti verso Urû’baen, la fortezza del traditore Galbatorix. Nell’ultima, terribile battaglia che li attende rischiano di perdere ciò che hanno di più caro, ma poco importa: in gioco c’è una nuova Alagaèsia, e l’occasione di lasciare in eredità al suo popolo un futuro in cui la tirannia del re nero sembrerà soltanto un orribile sogno.

Parere

Questa è forse una delle prime saghe fantasy che sceglierei se dovessi stilare una mia personale top 10. Fa parte della mia adolescenza e posso tranquillamente affermare di aver passato anni nella speranza di poter davvero vivere nelle terre di Alagaësia. Cioè, io ci sono stata ma i viaggi mentali non sono ancora considerati come “affidabili”… A parte gli scherzi, la mini-recensione sui quattro libri che compongono questa saga vuole più ripercorrere quei due o tre dettagli e eventi che mi hanno gettata in pieno nel fandom di Eragon quando la parola fandom non era ancora stata coniata! Questa saga, come poche altre, ha tutto: mistero, intrighi, battaglie, amicizia, amori possibili e impossibili, legami familiari complicati, elfi, nani, maghi, spettri e tante creature fantastiche. Ma la cosa più importante è che ci sono i draghi. No, no, no, c’è Saphira, la dragonessa dalle squame color dell’oceano di Eragon, colei che resterà sua compagna per la vita e con la quale condividerà ogni cosa. Credo che sia lei il mio personaggio preferito (seguita da Brom) perché è diretta e leale, perché non ti abbandonerebbe mai nelle difficoltà. E poi c’è Roran Fortemartello. La mia primissima cotta per un personaggio letterario. Ditemi voi se non è da amare un ragazzo che sfida la morte pur di venire a salvarti (facendo anche un gesto di clemenza nel non trucidare tuo padre, un bugiardo e un traditore, nonché causa della morte di altre persone)? Infine, ed è la cosa che più mi piace, c’è la crescita di Eragon, il suo commettere errori, il suo cercare un rimedio, la sua vita nella trasformazione verso l’età adulta. È questo che rende Il ciclo dell’eredità una delle mie saghe preferite, la sua veridicità. Poco importa che sia ambientato in una terra che non esiste (idea che non condivido) o che veda come protagonisti delle creature immaginarie (non sono d’accordo nemmeno qui), ma le sfide, i sentimenti, i problemi e le gioie sono veri, sono reali, e insegnano tanto. È una saga di formazione moderna, come lo sono i libri di Harry Potter, e sono felice di aver scoperto Dras-Leona, il Farthen Dûr, Ellesméra e la valla Palancar, luoghi in cui sentirmi a casa e in cui posso tornare tutte le volte che voglio!

Voto

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️


Tutti abbiamo dei romanzi che hanno conquistato un posto nel nostro cuore e sono curiosa di conoscere i vostri! Voglio proprio vedere dove viaggia la vostra fantasia 😄

0 commenti

Comentários


bottom of page