top of page

Crostata di fragole

Ieri in casa mia è arrivata una cassetta stracolma di fragole. Non è esattamente un frutto di stagione (no, non è proprio per niente periodo di frangole, almeno da noi…) e anche se condivido l’idea di consumare prodotti tipici del periodo, ieri ne ho approfittato per mangiarne qualcuna al naturale. Buone, rosse e dolci al punto giusto.

Una cassetta, però, è una quantità eccessiva da noi, visto che in casa ormai siamo rimasti in tre, perciò mia mamma (l’idea è sua, io le ho fatto solo da assistente) se n’è uscita con: “Perché non facciamo una crostata? Ma non quella classica… Non ho voglia di crema pasticcera” (da noi, la “Crostata di fragole” classica è fatta con base di frolla, crema pasticcera e fragole fresche tagliate e messe sopra). “Va bene” le ho detto e ci siamo messe all’opera.


La base è quella classica per una crostata, ma per il “sopra” non sapevamo che inventarci… Finché mia mamma  non ha deciso di mettere le fragole in padella con lo zucchero. Una specie di confettura di fragole.


Qui siamo andate a occhio con le quantità, ma grazie agli aggiustamenti fatti al telefono da mio fratello in corso d’opera, siamo arrivate a un rapporto frutta/zucchero circa di 2:1 (varia a seconda della dolcezza della frutta e del vostro gusto personale). La pectina serve solamente per rendere la salsa leggermente più densa, simile appunto a una confettura.

Una volta pronto l’impasto di frolla, l’abbiamo steso in uno stampo circolare, ricoperto di confettura, decorato e infine abbiamo infornato la torta nel forno preriscaldato a 180° per 40 minuti.


Inutile dirvi che non ha fatto nemmeno in tempo a raffreddarsi completamente. Al Tea Time era già stata tagliata e assaggiata. Tiepida merita quanto da fredda in quanto a sapore 😊

Se la provate, fatemi sapere se vi piace!

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Комментарии


bottom of page